I 10 acquisti più costosi della Roma: la classifica

I 10 acquisti più costosi della Roma: la classifica

Curva Sud AS Roma

In questo articolo dedicato andiamo a fare una panoramica sui 10 acquisti più costosi della Roma nella sua storia. La classifica tiene conto dei dati forniti dal noto portale transfermarkt.it, che ha dovuto aggiornare i suoi dati a ripetizione nel corso degli ultimi anni. La Roma è stata sempre molto attiva nelle varie campagne acquisti, ma anche cessioni, con impennata di queste durante la presidenza targata Franco Sensi e poi con l’arrivo della presidenza americana con James Pallotta. Dunque mettiti comodo e scopri assieme a noi i 10 acquisti più costosi della Roma.

Dal 10° al 6° posto, da Nakata a Montella

Al decimo posto degli acquisti più costosi della Roma troviamo Hidetoshi Nakata, acquistato dal Perugia nel luglio del 1999 per 21.69 milioni di euro. Un acquisto anche di marketing per i giallorossi, ma che poi si è rivelato anche molto utile dal punto di vista tecnico. Al nono posto c’è invece Pau Lopez, acquisto dell’estate 2019 dal Betis per 23.50 milioni di euro, diventato subito il titolare tra i pali del club capitolino.

Dall’ottavo al sesto posto, dei 10 acquisti più costosi della Roma, troviamo subito Juan Iturbe. L’esterno offensivo paraguaiano è arrivato dal Verona per 24.50 milioni di euro, per un acquisto datato luglio 2014 ma senza grandi frutti e con tanti infortuni. In settima posizione troviamo invece Javier Pastore, acquistato dal PSG a luglio del 2018 per 24.70 milioni di euro. La sua avventura in giallorosso ha regalato sin qui solo qualche guizzo, ma non si è più visto il giocatore che era stato a Palermo. Infine per il sesto posto dobbiamo tornare indietro sino al 1999 con i 25.82 milioni di euro spesi per prelevare Vincenzo Montella dalla Sampdoria (gli acquisti più costosi dell’Inter).

Dal 5° al 1° posto, da Nzonzi a Batistuta

Entrando nella top five dei 10 acquisti più costosi della Roma nella sua storia, troviamo subito al quinto posto il mediano francese Steven Nzonzi arrivato dal Sivigia nell’estate del 2018 per 26.65 milioni di euro, senza però mai incidere tanto da essere poi ceduto in prestito al Galatasaray la stagione dopo. Ai piedi del podio troviamo invece Leonardo Spinazzola, acquisto dell’estate del 2019 dalla Juventus per una spesa di ben 29.50 milioni di euro, nell’ambito dello scambio che ha portato Luca Pellegrini ai bianconeri.

Ed eccoci adesso arrivare al podio. Al terzo posto c’è Antonio Cassano arrivato nell’estate del 2001 per 31 milioni di euro dal Bari. Una cifra decisamente considerevole per quello che era all’epoca il giovanissimo talento barese. Per lui un’avventura in giallorosso con alti e bassi, il tutto condito dal carattere imprevedibile del fantasista. La seconda posizione dei 10 acquisti più costosi della Roma la prende invece Patrik Schick, con l’attaccante ceco arrivato nell’estate del 2018 dalla Sampdoria dietro il pagamento di ben 34 milioni di euro (5 subito, 9 per l’obbligo di riscatto e altri 20 versati il 1° febbraio 2020) più 8 eventuali di bonus (gli acquisti più costosi del Milan).

E dulcis in fundo arriviamo a chi comanda questa speciale classifica, ossia Gabriel Omar Batistuta. Il centravanti argentino è arrivato dalla Fiorentina nell’estate del 2000 per ben 36.15 milioni di euro diventando il colpo di mercato più importante dei giallorossi nell’era di Franco Sensi e non solo. Un acquisto che ha dato i frutti sperati, con molti gol decisivi per portare lo Scudetto a Roma nel 2001.

La classifica dei 10 acquisti più costosi della Roma

  1. Gabriel Batistuta: 36.15 milioni
  2. Patrik Schick: 34 milioni (più 8 eventuali di bonus)
  3. Antonio Cassano: 31 milioni
  4. Leonardo Spinazzola: 29.50 milioni
  5. Steven Nzonzi: 26.65 milioni
  6. Vincenzo Montella: 25.82 milioni
  7. Javier Pastore: 24.70 milioni
  8. Juan Iturbe: 24.50 milioni
  9. Pau Lopez: 23.50 milioni
  10. Hidetoshi Nakata: 21.69 milioni

 

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle