Le 5 aziende tecnologiche più ricche al mondo

Le 5 aziende tecnologiche più ricche al mondo

Apple

Le aziende tecnologiche sono sempre più sugli scudi. Basta in effetti scorrere la classifica compilata da Forbes alla fine dell’anno passato e relativa alle società che sono riuscite a cumulare il fatturato più alto per rendersi conto del dominio quasi totale di questo genere di imprese.

I primi 5 posti della classifica, infatti, sono appannaggio di questo particolare segmento dell’economia, che sembra del resto ben posizionato per rafforzare il proprio ruolo nell’economia post lockdown. Andiamo dunque a vedere quali sono.

5. Facebook

Al quinto posto troviamo il simbolo dei social media, Facebook, che ha messo insieme 88 miliardi di dollari. L’azienda fondata da Mark Zuckerberg ha passato un anno abbastanza complicato, reso tale dall’annuncio di Libra, la criptovaluta la quale dovrebbe fungere da carburante per transazioni online che avvengono sulla piattaforma. Un annuncio che, però, non è stato preso molto bene dal mondo politico, provocando un vero e proprio fuoco di sbarramento il quale è riuscito ad accomunare Stati Uniti e Unione Europea.

Soprattutto in patria, Zuckerberg si è trovato di fronte ad un muro, tanto da essere invitato a ritirare il progetto. Il motivo? Libra potrebbe andare ad intaccare il potere imperiale del dollaro, del resto già messo in discussione dallo yuan digitale. Un’ipotesi assolutamente inaccettabile per il potere politico a stelle e strisce.

4. Amazon

Ai piedi del podio, con concrete speranze di salirci il prossimo anno, troviamo Amazon, probabilmente l’azienda più arrembante in assoluto, nel corso degli ultimi anni, capace di collezionare 97 miliardi di dollari.

Anche in questo caso il mondo politico guarda con grande sospetto al suo numero uno, Jeff Bezos, sospettando mire egemoniche che potrebbero porre seri problemi non solo al sistema economico, ma anche ai tradizionali centri del potere.

Un sospetto destinato a rafforzarsi alla luce del fatto che proprio Amazon si appresta ad avvantaggiarsi della crisi innescata dal coronavirus. La Shut-in economy ormai in auge, fornisce all’azienda di Seattle il destro per consolidare ulteriormente la propria presa sulla società, alla luce dell’imminente crisi del settore commerciale tradizionale. Non trovando più i piccoli negozi sotto casa, a chi dovrebbero rivolgersi i consumatori?

3. Microsoft

Il podio viene inaugurato da Microsoft, dall’alto dei suoi 125 miliardi. L’azienda di Bill Gates non ha certo bisogno di presentazioni. Anche in questo caso, però, va sottolineato come essa sia in grado di avvantaggiarsi in maniera notevole del lockdown in atto.

Basti pensare a Microsoft Team, la piattaforma che permette di comunicare a distanza tramite video chiamate, la quale sta letteralmente dilagando nel settore scolastico, o a Skype, uno strumento che sembra fatto apposta per l’economia del futuro.

I punti di forza di Microsoft continuano ad essere tanti e tra di essi va ricordato un pacchetto di prodotti che sembrano destinati ad aumentare la loro presa sulla società e consentire a Microsoft di rafforzare quello che in molti continuano ad indicare come un vero e proprio monopolio.

2. Google

Al secondo posto, con 167 miliardi di dollari fatturati, troviamo Google, ovvero la società che ha lanciato il celebre motore di ricerca che ha letteralmente rivoluzionato il web.

Google, però, ad esso può aggiungere altri prodotti che già da soli farebbero la felicità di altre aziende. Basti pensare al sistema operativo Android, a Chrome OS e ad una lunga serie di servizi web quali YouTube, Gmail, Play Store, Google Maps, Adsense, ADwords e molti altri.

Un paniere di prodotti il quale viene continuamente arricchito da nuovi ingressi che permettono all’azienda di Mountain View di continuare a dominare Internet e di attrarre nuovi utenti a getto continuo.

Una propensione che non sembra destinata a diminuire nel futuro, anzi, tanto da destare notevole opposizione nel mondo politico, come testimoniano le multe miliardarie elevate ai suoi danni dal governo statunitense e dall’Unione Europea.

1. Apple

La vetta della classifica spetta di diritto a Apple, capace a sua volta di fatturare 205 miliardi di dollari. L’azienda di Cupertino ha costruito le sue rilevanti fortune su una serie di prodotti innovativi, tali da segnare letteralmente la loro epoca. A partire dal Macintosh, passando per il lettore iPod, l’iPhone e l’iPad.

Un lotto di prodotti che bastano da soli a far capire quale sia stata la funzione di Apple nel settore delle nuove tecnologie informatiche. Tanto da spingerci a chiedere cosa ci riserverà la casa della mela nel prossimo futuro.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle