certificati turbo24

Certificati Turbo24

I certificati Turbo24 fanno parte della famiglia dei certificati a leva, nel loro caso variabile. In pratica vanno a differire da quelli Turbo per alcune caratteristiche che andremo a spiegare. Emessi da Raydius ed offerti al momento solo da IG, attraverso un conto dedicato, permettono al trader di operare 24 ore su 24 sia al rialzo che al ribasso su Forex Indici e Materie Prime.

Una delle principali caratteristiche dei certificati Turbo24 è da ravvisare nella sicurezza che li distingue. Derivante dal fatto che il loro prezzo va a ricalcare fedelmente quello dell’asset sottostante. Altre peculiarità che ne hanno permesso l’affermazione tra gli investitori europei sono la certezza delle modalità di pricing, la trasparenza nella gestione del rischio e un elevato livello di controllo sulla leva e sull’esposizione.

Certificati Turbo24:long e short

I certificati Turbo 24 di IG si dividono in due categorie:

  1. Turbo24 long, cui si punterà nel caso in cui si preveda un apprezzamento del bene sottostante e si intenda sfruttarlo per conseguire un attivo;
  2. Turbo24 short, da acquistare nel caso esattamente inverso, ovvero qualora si ritenga che il valore del mercato sottostante sia destinato a scendere.

Come funzionano i certificati Turbo24?

Naturalmente, per poter conseguire un guadagno dal loro utilizzo, è assolutamente necessario riuscire a comprenderne il meccanismo di funzionamento. L’operazione preliminare per riuscire a fare trading in maniera corretta e conseguire un profitto è rappresentata dalla scelta del livello di knock-out, tra quelli prospettati in fase di emissione. Una volta che sia stato impostato questo fattore sarà possibile determinare il prezzo di acquisto del certificato e la leva che sarà applicata.

Nel caso in cui il sottostante dovesse raggiungere il livello di knock-out, indicato anche come prezzo strike, il certificato perderà il suo valore e il cliente perderà il premio pagato con lo scopo di aprire la posizione.

Va precisato che l’investimento iniziale è il rischio di perdita massima in cui si può incorrere ove l’operazione non vada a buon fine. Ove si sia deciso quindi di investire in certificati Turbo24 una determinata somma, proprio essa rappresenta il rischio di perdita massimo.

La leva dipende a sua volta dalla vicinanza del livello di knock out al prezzo del sottostante. Più esso si avvicina al livello della barriera, più la leva offerta si eleva. Mentre se barriera  e sottostante si allontanano, la leva si abbassa.

Altra caratteristica da tenere presente è la mancata scadenza dei certificati Turbo24, a differenza di quanto avviene per i normali Turbo quotati sul SeDeX. Ne consegue che essi si estinguono solo nel caso in cui venga raggiunto il livello di knock out.

Infine, va ricordato che nella eventualità di dividendi sul sottostante, il prezzo ed il livello di knock out sono oggetto di adeguamento automatico.