Certificati di investimento

Famiglie di Certificati

I Certificati possono essere suddivisi in due grandi famiglie: i certificati a leva e quelli da investimento. Da cosa possono essere distinti?

Cosa sono i certificati a leva

In pratica, i certificati a leva sono degli strumenti finanziari i quali consentono di amplificare la prestazione del sottostante scelto. Per riuscirci fanno leva su uno strumento molto controverso del trading, ovvero la leva finanziaria.
Si tratta dello strumento messo a disposizione dal broker al fine di offrire anche a coloro che non dispongono di notevoli mezzi finanziari la possibilità di moltiplicare per un determinato coefficiente il proprio investimento. In tal modo tutti possono investire in maniera da avere un ritorno importante.
La leva finanziaria è controversa proprio in quanto si tratta di uno strumento a doppio taglio: se consente di amplificare l’eventuale guadagno, nel caso contrario può rendere molto più cospicua la perdita, proprio sulla base del coefficiente adottato.
I certificati a leva possono a loro volta essere suddivisi in due categorie:

  1. certificati a leva fissa, una tipologia di certificati appartenenti alla categoria ACEPI. Il prodotto si rivolge agli investitori dinamici, dotati di alta propensione al rischio e i quali intendono sfruttare i movimenti del mercato in maniera ottimale. Ad utilizzarli sono soprattutto coloro che fanno il trading intraday.Al momento, questa tipologia di certificati in Italia è offerta da BNP Paribas, Commerzbank, SocGen UniCredit e Vontobel. Quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana, sono negoziabili nei giorni di Borsa aperta dalle 9:05 alle 17:30.
    La loro caratteristica è di replicare in modo lineare l’andamento del sottostante. Per capire meglio il concetto possiamo dire che, nel caso di un certificato a leva 4, a fronte di una performance pari al +1% del sottostante, la performance del certificato sarà esattamente pari al 4%.
  2. certificati a leva variabile o dinamica. I certificati a leva variabile o dinamica comprendono i certificati turbo e i mini Futures.
    Nel nostro Paese il loro mercato non è ancora molto sviluppato, a differenza di quanto accade in Germania. La loro principale caratteristica consiste nel fatto che la leva variabile permette all’investitore di evitare le distorsioni dovute all’effetto dell’interesse composto. Particolarmente indicati per un’operatività multiday garantiscono la protezione nei confronti dei gap di mercato (non si può perdere più del capitale investito), la possibilità di sfruttare un buon effetto leva e quella di frazionare l’investimento in maniera molto significativa.

Cosa sono i certificati da investimento

I certificati da investimento, a loro volta si suddividono in tre categorie o classi:

  1. certificati a capitale protetto, i quali sono in grado di garantire la possibilità di investire in attività finanziarie in grado di assicurare un notevole grado di tutela del capitale investito, a patto che siano sottoscritti nel corso della fase di collocamento e detenuti sino alla scadenza prefissata per il rimborso. Nel caso in cui siano acquistati sul mercato secondario permettono di stabilire i rendimenti minimi che possono essere ottenuti alla scadenza. In questa categoria rientrano equity protection, certificati digitali, express protection, butterfly e double win;
  2. certificati a capitale condizionatamente protetto, i quali consentono di investire su particolari assets assicurando a loro volta una garanzia parziale del capitale, condizionata al mancato raggiungimento di determinati livelli stabiliti all’atto dell’emissione. La categoria comprende Airbag, Bonus, Cash Collect, Express, Outperformance Condizionatamente Protetti e Twin Win;
  3. certificati a capitale non protetto, prodotti estremamente semplici nella loro concezione e che vanno a replicare in maniera fedele la dinamica del sottostante. Alcuni di essi prevedono la partecipazione ai movimenti del sottostante in maniera più o meno proporzionale. A questa categoria appartengono Benchmark, Discount e Outperformance.