Come Leggere i Grafici. Analisi Tecnica

Come Leggere i Grafici. Analisi Tecnica

Come Leggere i Grafici. Analisi Tecnica

I grafici sono la base dell’analisi tecnica in quanto solo attraverso l’interpretazione del tracciato dei prezzi passati di un titolo, ed in generale di un qualsiasi strumento finanziario, sarà poi possibile formulare delle previsioni per il futuro.

Il grafico più semplice, quello a linea

In analisi tecnica il grafico più semplice è quello cosiddetto a linea che riporta e che traccia un solo dato che è rappresentato, per il titolo o per lo strumento finanziario sotto osservazione, dalla quotazione di chiusura giornaliera.

Il grafico a candele e la scelta del time frame

Rispetto al grafico a linea, quello a candele, invece, non ci dà più una sola informazione, quella relativa al prezzo di chiusura del titolo in un arco temporale prefissato, ma ben quattro informazioni per ogni chiusura, ovverosia il colore della candela, verde (rialzo) o rosso (ribasso), il dato di apertura, nella parte bassa della candela, quello di chiusura, nella parte più alta, il prezzo minimo ed il prezzo massimo di giornata, ovverosia i due valori che nel grafico a candele vengono anche definiti come ombre.

Selezionando il time frame, ovverosia l’intervallo di osservazione del grafico dei prezzi di un titolo con l’analisi tecnica a candele, è inoltre possibile avere un tracciato non solo su base giornaliera, ma anche, per esempio su base oraria. In questo modo il grafico, ogni 60 minuti, riporterà una candela con tutte le quattro informazioni sopra indicate.

L’obiettivo del grafico a candele, al fine di impostare l’operatività sul titolo, è quello di riuscire a rilevare, in base al time frame scelto, quella che è la pressione dei compratori e dei venditori in ragione delle dimensioni della candela e dei prezzi minimi e massimi registrati.

In particolare, più basso è il time frame, più di breve termine sarà l’analisi, mentre con un time frame, ad esempio settimanale, l’operatività da impostare sul titolo, in acquisto o in vendita, tenderà ad essere più di lungo periodo.

I quattro time frame migliori per investire sfruttando l’analisi tecnica

Per prendere una decisione su un titolo in acquisto o in vendita, grazie ai grafici, i time frame ottimali da utilizzare sono in genere quattro, ovverosia quello settimanale, quello giornaliero, quello a quatto ore e quello orario.

Per il trading online su titoli a brevissimo termine, invece, il time frame ottimale è quello a 5 minuti, ma nello stesso tempo è sconsigliabile, per questioni legate al rischio, a chi si avvicina alla Borsa ed ai mercati finanziari per le prime volte, ovverosia senza aver maturato un adeguato livello di esperienza in materia di investimenti.

E questo perché più ampio è il time frame, più è semplice fare un’analisi che, tra l’altro, tende ad essere anche più attendibile in quanto si abbassa il rischio di incappare, a livello tecnico, in falsi segnali. Ecco perché l’analisi tecnica su time frame molto ristretti è consigliata solo ai trader esperti. Ed in generale chi investe, prima di scegliere per i grafici il time frame, deve sempre fissare, a priori, quello che è il proprio orizzonte temporale.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle