Fca

Il Covid-19 affonda il settore auto europeo

Nonostante l’allentamento del lockdown, il suolo europeo continua ad essere praticamente off-limits per il settore automobilistico. A confermarlo sono gli ultimi dati, rilasciati da Acea, che vedono le nuove immatricolazioni crollare del 52,3% su base annua e del 41,5% in cinque mesi.
Il numero di auto vendute è sceso dalle 1.217.259 unità di maggio 2019 alle 581.161 autovetture del mese scorso. L’unica consolazione, molto parziale, è da ricercare nel fatto che il dato è stato meno marcato rispetto a quello che era stato registrato in aprile, quando si era attestato a -76,3%.

La Spagna guida la classifica

A guidare la classifica è stavolta la Spagna, ove il crollo è del 72,7%, seguita dalla Francia, dall’Italia e dalla Germania, tutte intorno al 50%. Un panorama che resta dunque desolante, il quale dovrebbe migliorare solo lentamente, proprio in considerazione del fatto che i mesi di inattività hanno lasciato nelle tasche delle famiglie pochi soldi da spendere.

Inoltre le voci su una possibile seconda ondata di coronavirus che hanno ripreso a girare nelle ultime ore, consigliano chi non ha assoluta necessità di acquistare l’auto a rimandare per quanto possibile, per non trovarsi in difficoltà ove si rendesse necessaria una nuova serrata delle attività produttive.

Si attende il giudizio dell’Antitrust europea sulla fusione tra Fca e Psa

In questo quadro apocalittico, o quasi, si attende l’arrivo del giudizio dell’Antitrust europea sulla preventivata fusione tra Fca e Psa. In caso di lasciapassare nascerebbe il quarto gruppo automobilistico a livello mondiale, anche se gli scenari non inducono sicuramente a brindisi augurali.
La speranza è naturalmente che le condizioni dell’economia mondiale tornino alla normalità nel corso dei prossimi mesi, ma i rumors su una seconda ondata di Covid-19 sembrano fatte apposta per scoraggiare i consumatori a puntare sull’acquisto di automobili. Un quadro destinato a farsi sentire anche sul titolo di Fca, che rimane tra i più esposti nell’ambito dei grandi gruppi italiani.

Non hai trovato quello che cercavi?

» Cercalo su Amazon «

Non hai trovato quello che cercavi?

Cerca il tuo libro su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *