Intesa Sanpaolo alza l’offerta su Ubi

Intesa Sanpaolo alza l’offerta su Ubi

Carlo Messina Intesa sanpaolo

Dopo il via libera condizionato dell’Antitrust, ora Intesa Sanpaolo alza l’offerta riservata agli azionisti di Ubi, portandola a 4,82 euro per azione, ovvero 57 centesimi in più rispetto a quella originaria. La somma va quindi ad aggiungersi alle 1,7 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo le quali vengono assegnate ai soci Ubi che decideranno di aderire alla proposta.

Una mossa tesa a smuovere le acque

Se si considera che attualmente una azione di Ubi è quotata 3,27 euro, la proposta di Intesa Sanpaolo comporta un 44,7% in più, in termini di valore per chi le detiene. Una mossa che sembra fatta apposta per convincere i soci del quarto istituto italiano in termini di importanza, considerato come sinora abbiano aderito alla proposta circa il 15% di essi.
Considerato come l’Offerta pubblica di scambio termini il prossimo 28 luglio, con otto giorni lavorativi ancora disponibili, il dato è ritenuto evidentemente inadeguato dall’istituto guidato da Carlo Messina.

La resistenza di Ubi all’attacco di Intesa Sanpaolo

I soci di Ubi hanno già fatto sapere in precedenti occasioni di ritenere insufficiente la proposta di Intesa Sanpaolo. Aggiungendo inoltre una valutazione negativa della strategia messa in campo, ritenendola un modo per eliminare un ostacolo verso una posizione dominante sul mercato bancario tricolore.
Una valutazione che è del resto condivisa da Unicredit e che ha spinto l’Antitrust a far attendere il suo via libera all’operazione. Concedendolo infine solo a patto che una volta portata a termine l’operazione Intesa Sanpaolo ceda oltre 500 filiali in alcuni punti nevralgici della penisola, quelli ove la sua presenza sarebbe troppo forte. A rilevarli, sulla base di una intesa già raggiunta, sarà Bper, una decisione che a sua volta gli analisti hanno mostrato di non comprendere molto. In un momento in cui anche i servizi bancari si spostano verso il web, sembra infatti un azzardo puntare sulle filiali territoriali, con i costi che esse comportano.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle