IRPEF: cos’è e come si calcola

IRPEF: cos’è e come si calcola

certificati Accelerator

L’IRPEF è una delle principali imposte sui redditi in Italia. Si tratta di un’imposta progressiva, che significa che la sua aliquota aumenta in base al reddito del contribuente. In altre parole, più una persona guadagna, più alto sarà il suo tasso di IRPEF.

L’IRPEF è una delle principali fonti di finanziamento per lo Stato italiano, insieme all’IVA e all’addizionale regionale e comunale. La sua introduzione risale al 1973, quando fu introdotta dal governo con l’obiettivo di ridurre la pressione fiscale sui redditi più bassi e di ridistribuire la ricchezza in modo più equo.

L’IRPEF si applica ai redditi da lavoro dipendente e autonomo, ai redditi di capitale e ai redditi da proprietà. Esistono diverse aliquote IRPEF, che variano in base al reddito del contribuente e al suo stato di famiglia. Ad esempio, le aliquote per i contribuenti che non hanno figli a carico sono le seguenti:

  • fino a € 15.000: 23%
  • da € 15.001 a € 28.000: 27%
  • da € 28.001 a € 55.000: 38%
  • da € 55.001 a € 75.000: 41%
  • oltre € 75.000: 43%

Per i contribuenti con figli a carico, invece, esistono delle detrazioni d’imposta, che possono ridurre l’importo dovuto. Ad esempio, per i contribuenti con un figlio a carico, la detrazione è pari a € 1.549,37, mentre per i contribuenti con due figli a carico, la detrazione è pari a € 2.812,91.

Oltre all’aliquota IRPEF, i contribuenti italiani devono pagare anche l’addizionale regionale e comunale, che è un’imposta aggiuntiva applicata a livello locale. L’aliquota di questa imposta varia in base alla regione e al comune di residenza del contribuente.

Per quanto riguarda il calcolo dell’IRPEF, esso viene effettuato dal datore di lavoro o dal sostituto d’imposta per i redditi da lavoro dipendente e autonomo, mentre per i redditi da proprietà e da capitale è il contribuente stesso a doverlo calcolare e versare all’Agenzia delle Entrate.

Inoltre, i contribuenti che hanno un reddito complessivo superiore a € 77.000 devono presentare la dichiarazione dei redditi ogni anno, utilizzando il modello 730 o il modello Redditi Persone Fisiche (PF). La dichiarazione dei redditi è un documento che permette di dichiarare i redditi percepiti nell’anno precedente e di calcolare l’imposta dovuta in base all’IRPEF e all’addizionale regionale e comunale. La dichiarazione deve essere presentata entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello in cui sono stati percepiti i redditi.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle