esterno Casa Milan

Milan in controtendenza: aumentano le sponsorizzazioni

Nonostante il periodo di grande difficoltà e la mancanza di introiti, dovuti allo stop del calcio per l’emergenza Coronavirus, il Milan va in controtendenza. Infatti il club rossonero, in queste complicatissime settimane, è riuscito a firmare alcune sponsorizzazioni importanti. E a questo proposito, prima di addentrarci nel dettaglio del nostro articolo, diciamo anche che, da inizio aprile, si è insediato Alex Rasmussen, nuovo Global Sponsorship Manager del club rossonero. Arrivato dal Copenaghen, dove ha lavorato per 6 stagioni come direttore delle vendite, il suo obiettivo è quello proprio di occuparsi della parte relativa alle sponsorizzazioni ed incrementare i ricavi.

Il rinnovo con Fly Emirates

La prima sponsorizzazione in ballo che il Milan è pronta a rinnovare è quella con Fly Emirates, attualmente già Main Sponsor dei rossoneri. La trattativa tra le parti, con l’amministratore delegato Ivan Gazidis ad occuparsene in prima persona, è molto ben avviata e dovrebbe essere chiusa nel giro di poco. I dettagli dell’accordo prevedono che la parte fissa sarà più bassa rispetto al contratto precedente in vigore sino al quinquennio che sta terminando, mentre quella variabile in base ai risultati potrebbe compensare. Parlando di numeri dai 14 milioni annuali si passerà ai 10 più bonus.

Skrill e Roinvesting entrano a far parte del Milan

La più fresca sponsorizzazione portata a termine del Milan è quella con Skrill, ossia il portafoglio “digitale”, che permette di effettuare trasferimenti in denaro, o pagamenti online, in modo rapido e sicuro. Salito alla ribalta come metodo di pagamento negli ultimi tempi, e dopo anche aver scelto Alex Del Piero come testimonial, Skrill ha stretto questa nuova partnership col club rossonero. Con sede nel Regno Unito, Skrill è una piattaforma di pagamento che permette di ricevere ed inviare denaro sul proprio conto.

Ma non solo, perché in questi giorni è arrivata anche la chiusura dell’accordo con ROinvesting. Questa è una compagnia finanziaria, con sede legale a Cipro, che dal 27 aprile è entrata a far parte della lista dei partner commerciali del Milan. L’accordo con la piattaforma di trading online è stato trovato fino al 2021, con la società rossonera e ROinvesting che lanceranno una serie di campagne digitali globali per l’intera durata della partnership. I clienti e gli investitori del brand potranno così condividere la loro passione sia per i mercati finanziari che per lo sport attraverso esperienze personalizzate e uniche.

Gazidis a caccia di nuovi sponsor

Tuttavia l’opera di Ivan Gazidis è solo all’inizio, anche perché i mancati risultati sportivi di un certo livello, col Milan ormai assente da tanti anni dal palcoscenico chiamato Champions League, ha fatto registrare sempre il segno meno alla voce ricavi. Basti pensare che dal 2015 al bilancio 2018/2019, i ricavi sono diminuiti del 31%. Un decremento accentuato di 26 milioni di euro, tra sponsor e merchandising, passando dai quasi 83 milioni del 2015 ai 57 del 2019. Una ‘voragine’ che ha pesato e non poco sull’ultimo bilancio della società guidata dal fondo Elliott.

Nel corso degli anni si è passati dai 19 milioni di euro all’anno garantiti da Adidas, agli attuali 11 milioni di Puma come sponsor tecnico. Ma non solo, visto che sono venuti meno altri introiti, come i 4 milioni di euro che versava TIM e che ora non ci sono più, per un totale decremento di 20 milioni considerando tutto il comparto. Questo con i pacchetti promo-pubblicitari di Banco BPM, Diesel, Gi Group, Konami, Snaitech e Trenitalia, passati da 33 mln a 13. Tuttavia ci sono alcuni settori dove la società sta lavorando bene, se è vero che sono incrementati i proventi dell’hospitality di San Siro (a quota 5 milioni) e quelli derivanti da Casa Milan. Ma serve fare molto di più, perché società come Juventus e Inter ricavano fra il doppio e il triplo del club rossonero.

Non hai trovato quello che cercavi?

» Cercalo su Amazon «

Non hai trovato quello che cercavi?

Cerca il tuo libro su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *