Borsa di Milano, Piazza Affari

Raccomandazioni di borsa italiana degli analisti: settimana 27 aprile-3 maggio 2020

Per la settimana di Borsa dal 27 aprile al 3 maggio, ecco le raccomandazioni degli analisti sui titoli quotati a Piazza Affari. Nella lista, in ordine alfabetico, il titolo, la banca o il broker che ha emesso la raccomandazione, il rating e l’eventuale prezzo obiettivo (target price) se indicato.

Ultime raccomandazioni di borsa

  • Amplifon – Banca Akros – Neutral – 22,30 euro
  • Anima Holding – Banca IMI – Buy – 4,30 euro
  • Atlantia – Equita Sim – Hold – 16,40 euro
  • Avio – Banca IMI – Buy – 16,20 euro
  • Azimut – Deutsche Bank – Hold – 16,20 euro
  • Azimut – Banca IMI – Add – 16 euro
  • Banca Generali – Deutsche Bank – Buy – 28,20 euro
  • Banca Generali – Banca IMI – Add – 24,60 euro
  • Banca Mediolanum –  Deutsche Bank – Buy – 7,10 euro
  • Banca Mediolanum – Banca IMI – Buy – 6,30 euro
  • Banca MPS – Banca Akros – Neutral – 1,30 euro
  • Banca MPS – Goldman Sachs – Neutral – 0,95 euro
  • Banca Sistema – Intermonte – Outperform – 2,10 euro
  • Banco BPM – Goldman Sachs – Buy – 1,60 euro
  • Credem – Banca Akros – Accumulate – 4,50 euro
  • D’Amico – Equita Sim – Hold – 0,15 euro
  • DoValue – Kepler Cheuvreux – Buy – 8 euro
  • Eni – Mediobanca – Hold – 11 euro
  • Eni – Equita Sim – Buy – 11 euro
  • Eni – Kepler Cheuvreux – Buy – 10 euro
  • Eni – Credit Suisse – Neutral – 12 euro
  • Eni – Banca IMI – Buy – 11,20 euro
  • Eni – RBC Capital – Underperform – 7 euro
  • Eni – Intermonte – Outperform – 11 euro
  • Eni – Exane – Underperform – 9 euro
  • Eni – Barclays – Underweight – 9 euro
  • Eni – Bank of America ML – Neutral – 8,10 euro
  • Ferrari – Morgan Stanley – Overweight – 160 euro
  • Ferrari – Jefferies – Underperform – 100 euro
  • Fervi – Banca Finnat – Buy – 15,53 euro
  • Fiat Chrysler Automobiles – Banca Akros – Buy – 10 euro
  • FinecoBank – Deutsche Bank – Buy – 12 euro
  • FinecoBank – Banca Imi – Hold – 9,80 euro
  • Gel – Integrae Sim – Buy – 2,17 euro
  • Grifal – Banca Finnat – 2,94 euro
  • Indel B – Intermonte – Outperform – 20 euro
  • Leonardo – Morgan Stanley – Equal Weight – 6,75 euro
  • Matica Fintec – Integrae Sim – Buy – 2,75 euro
  • Mediaset – Barclays – Underweight – 1,50 euro
  • Neodecortech – KT&Partners – 4,44 euro
  • Officina Stellare – Banca Finnat – Buy – 9,30 euro
  • Pattern – Banca Imi – Add – 4,30 euro
  • Piaggio – Banca Akros – Accumulate – 2,50 euro
  • Portale Sardegna – Integrae Sim – Hold – 2,76 euro
  • Radici – Banca Finnat – Buy – 4,11 euro
  • Renergetica – Integrae Sim – Buy – 6,50 euro
  • Renergetica – Banca Finnat – Buy – 6,16 euro
  • Reply – Intermonte – Outperform – 74 euro
  • Saipem – Mediobanca – Neutral – 2,80 euro
  • Salvatore Ferragamo – Kepler Cheuvreux – Hold – 10 euro
  • Snam – Banca Akros – Accumulate – 4,90 euro
  • STM – Kepler Cheuvreux – Buy – 25 euro
  • STM – Equita Sim – Hold – 23 euro
  • STM – Goldman Sachs – Sell – 18 euro
  • Telecom Italia – Banca Akros – Buy – 0,65 euro
  • Tenaris – Banca Akros – Accumulate – 8,50 euro
  • UniCredit – Goldman Sachs – Selected List – 11,20 euro
  • Unidata – EnVent – Outperform – 19,95 euro

Focus su Ferrari, la view di Jefferies che ha declassato il titolo del settore auto

Tra le raccomandazioni negative sopra riportate spicca quella di Jefferies sulle azioni della Ferrari con un rating di Underperform, e con un prezzo obiettivo a 100 euro. Il broker, in particolare, ha bocciato la società automobilistica visto che il precedente giudizio di Jefferies era ‘Hold‘ (mantenere) con un prezzo obiettivo a 130 euro.

Citando gli effetti negativi legati alla recessione economica globale, a causa del coronavirus, Jefferies, soffermandosi sul periodo che va dal 2020 al 2022, ha tagliato su Ferrari non solo le stime sul fatturato, ma pure sull’utile per azione, sul risultato ante oneri finanziari (Ebit) e sul dividendo.

Per quel che riguarda la cedola, ricordiamo che la  Ferrari, con stacco il 20 aprile del 2020, ha pagato ai soci una cedola che, a 1,13 euro per azione, è aumentata dell’8% rispetto ai 1,03 euro per azione riconosciuti agli azionisti lo scorso anno.

Non hai trovato quello che cercavi?

» Cercalo su Amazon «

Non hai trovato quello che cercavi?

Cerca il tuo libro su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *