Sono sempre più forti i timori per un secondo lockdown negli USA

Sono sempre più forti i timori per un secondo lockdown negli USA

Lockdown USA

I timori per una seconda ondata di Covid-19 negli Stati Uniti si fanno sentire sempre di più, riflettendosi sulle borse mondiali. Ove avvenisse, infatti, si renderebbe necessario un nuovo lockdown il quale potrebbe avere conseguenze drammatiche sull’economia del Paese, con ampie ricadute su quella globale.

La decisione di Apple

Apple ha deciso di chiudere ben 32 punti vendita disseminati lungo il territorio nazionale. Dopo il nuovo balzo di Covid-19 l’azienda californiana ha deciso di aggiungere i 14 negozi della Florida agli altri 18 già chiusi in precedenza, ovvero quelli posizionati nell’area di Houston, in Texas, Arizona, South e North Carolina.

Un nuovo record

Nella giornata di giovedì 25 giugno è arrivato un nuovo record giornaliero, con ben 39.327 contagiati, che ha infranto il precedente di 38.115. Il virus avanza in particolare in Texas, Alabama, Missouri e Nevada, con il dato delle vittime attestato nell’arco delle 24 ore a quota 2.500.

Trump non demorde

Neanche di fronte ai dati che giungono dal Paese Donald Trump demorde. L’attuale inquilino della Casa Bianca sembra voler sfidare il buonsenso, dichiarando che le morti starebbero diminuendo e che il tasso di mortalità è tra i più bassi al mondo. Tanto da non avere alcuna intenzione di chiudere l’economia, tornata a ruggire.
Si tratta però di dichiarazioni dettate da esigenze politiche, ovvero ad una corsa per le presidenziali che per Trump si va complicando giorno dopo giorno. Anche a causa del movimento di protesta che continua ad essere molto forte nel Paese dopo i fatti di Minneapolis.

I dati economici

In questo quadro sono stati pubblicati i dati economici relativi al primo trimestre dell’anno, che vedono l’economia a stelle e strisce in flessione del 5%, ampiamente prevista.
Il vero timore è per i dati relativi al secondo, che secondo alcuni analisti potrebbero essere catastrofici. Inoltre le richieste di nuovi sussidi per i disoccupati sono più elevate del previsto. Il quadro è quindi estremamente critico.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle