Streaming online: Netflix contro Disney Plus, chi vincerà?

Streaming online: Netflix contro Disney Plus, chi vincerà?

Streaming online: Netflix contro Disney Plus, chi vincerà?

È stata definita la scommessa del 2019. Disney, dopo il successo di Netflix e di altre piattaforme streaming, ha lanciato il proprio servizio con tutti i film prodotti. Una rivoluzione completa, come da tutti preannunciato.

Quando è stata lanciata la proposta, molti hanno ipotizzato la fine di Netflix, uno dei colossi che sta monopolizzando questo nuovo servizio. Ci sarà un crollo? Ci sarà una battaglia? Ma soprattutto, chi riuscirà a vincere? Non lo sappiamo con assoluta certezza, ma possiamo ipotizzare alcuni scenari.

Quali sono i fattori che incidono nella scelta di un servizio come Netflix e Disney Plus?

Prima di dare un giudizio, bisogna capire quali sono i criteri che l’utente attua per scegliere un servizio:

  • Abitudine. Di sicuro un utente, quando decide di attivare un servizio in particolare, guarda prima la sua esperienza e la sua abitudine a riguardo. Se ci si è abituati con Netflix, difficilmente si passerà ad un altro servizio che non si conosce e a cui non si è abituati. Una volta fidelizzato il cliente, non sarà affatto semplice aspettarsi una migrazione. Molti puntano tutto sul prodotto che si offre, ma non sempre questo è necessario a far cambiare idea. Spesso ci sono moltissimi fattori che influenzano l’esperienza e di conseguenza l’utilizzo della piattaforma, come in questo caso. Il primo punto a favore di Netflix è proprio questo.
  • Interfaccia. Conta moltissimo anche la parte grafica, come ben sappiamo l’occhio vuole sempre la sua parte. Prendiamo ad esempio quello che propone Netflix: la scelta dei colori, l’impostazione delle varie sezioni e delle varie funzionalità. Nulla viene lasciato al caso e tutto viene studiato a tavolino dagli esperti. Un aspetto molto interessante da considerare, anche perché il design attira molto il cliente, soprattutto quando si fa una campagna di promozione nei confronti di un determinato prodotto. Essendo una piattaforma streaming bisognerà puntare su una massiccia campagna digitale che sappia far leva sui nuovi clienti o su chi ha intenzione di iscriversi al nuovo servizio offerto da Disney.
  • Prezzo. Un’altra cosa importantissima riguarderà il prezzo del servizio che offrirà Disney Plus. Inizialmente sarà iper competitivo (altrimenti sarà come darsi la zappa sui piedi), ma bisognerà capire quale sarà l’offerta in base al prezzo fissato. Nonostante la società sia un colosso della cinematografia, comunque non hanno ancora lo stesso appeal che ha adesso Netflix. Con qualche euro in più si accede ad una quantità illimitata di contenuti, molto di più di quelli che offrirà la Disney. Magari ci sbagliamo, ma a conti fatti questa è la realtà.
  • L’offerta complessiva. Come già anticipato, sarà importantissima anche l’offerta complessiva. Netflix ha dimostrato negli anni di dare al cliente un’infinità di serie tv e film, difficile fare ugualmente. Sicuramente Disney si muoverà anche verso altri contenuti per poter fare concorrenza, ma ad oggi c’è davvero un mercato saturo. Soltanto in Italia abbiamo Netflix, Infinity, Tim Vision, Chily, Rakuten TV e Amazon Video, aggiungere un altro servizio simile può essere davvero controproducente. Almeno nel nostro paese sarà complicato fare breccia nei cuori dei giovani, che non hanno un budget illimitato per avere attivi tutti i servizi.
  • App e compatibilità. Anche la questione delle app non è assolutamente da sottovalutare. Spesso non si ha un servizio mobile degno di essere chiamato tale e sin da subito si deve dare ai clienti ciò che vogliono, ma soprattutto ciò che gli viene dato anche dalle altre piattaforme. Dunque la Disney dovrà partire da uno standard altissimo. Anche per quanto riguarda la compatibilità possiamo fare lo stesso identico discorso: è necessario dare un servizio al top, sotto ogni punto di vista.
  • Funzionalità varie. Da evidenziare anche le varie funzionalità che il servizio offre. All’interno di Netflix è possibile fare moltissime cose, come ad esempio la riproduzione con particolari funzioni, sottotitoli e altro ancora. Se Disney offrirà di più potrà competere senza nessun problema con Netflix, ma ovviamente bisogna anche capire cosa presentare e come farlo.
  • Assistenza. Anche questo aspetto sarà importantissimo. Quando c’è un problema l’assistenza gioca un ruolo fondamentale nell’esperienza del cliente e, se questa è negativa (soprattutto dal punto di vista amministrativo), si rischia davvero molto.

Streaming online: Netflix contro Disney Plus, chi vincerà?

Ultima considerazione da fare: Netflix, quando è arrivato sul mercato, ha distrutto un business. Prima c’era la televisione, dove il palinsesto era fisso e la pubblicità rischiava di far perdere la pazienza. Per non parlare di quando non c’era niente in televisione e dunque non si aveva scelta.

Oggi Disney, come spiegato nel video di Marco Montemagno, imprenditore ed esperto di web marketing, non cambia radicalmente nulla. Proprio per questo motivo non sarà affatto semplice concorrere con un colosso come Netflix, che ancora per molti anni probabilmente dominerà il mercato.

Partecipa alla discussione

FaceTheJungle