Salvatore Ferragamo

Su quali azioni puntare questa settimana? I titoli più interessanti su cui investire (28 Settembre-2 Ottobre 2020)

Le ultime notizie sull’economia italiana sembrano poter dare un minimo di conforto agli investitori. Il miglioramento della fiducia di consumatori e imprese potrebbe infatti preludere ad una fase economica meno problematica, anche se i timori di una ricaduta sono destinati a pesare ancora a lungo, considerata una situazione sanitaria di nuovo in fase di peggioramento.

Naturalmente è presto per dire se il peggio è dietro l’angolo, ma anche i movimenti sul Recovery Fund potrebbero contribuire a rasserenare una atmosfera che è stata a lungo pesante. Il consiglio per chi deve investire è comunque di muoversi con una certa cautela, individuando occasioni in grado di remunerare la propria puntata, ma anche di resistere in caso di nuove tempeste. Proviamo a individuarne alcune.

Salvatore Ferragamo

La prima segnalazione per la settimana entrante spetta ad uno dei marchi del lusso Made in Italy, ovvero Salvatore Ferragamo. L’azienda è riuscita ad intercettare il trend positivo di Cina e Stati Uniti, ove le vendite del settore sono in netta risalita. Con un trend che dovrebbe senz’altro proseguire nel 2021, quando Goldman Sachs stima nell’ordine del 15% la crescita delle vendite.

In questo quadro non stupisce che gli analisti della banca d’affari statunitense abbiano deciso di portare il giudizio sulla maison fiorentina a Buy. Un giudizio motivato anche dal fatto che esisterebbero ampi margini di crescita e da una maggiore focalizzazione su strumenti fondamentali come nuovi prodotti e comunicazione.

Snam

Altra promozione di Goldman Sachs è poi quella relativa a Snam. Siglata all’interno di un report intitolato “Green Hydrogen. The next transformational driver of the utilities industry”, in cui gli analisti hanno posto notevole attenzione sull’azienda, portandone il rating da sell a buy e il prezzo obiettivo da 4,25 a 5 euro.

Una promozione motivata dalle prospettive che si aprono nel settore dell’idrogeno, in cui Snam è posizionata in maniera significativa. E la quale ha già permesso al titolo di scaldare i motori nel corso della settimana appena finita, in modo da introdursi al meglio in quella che sta per iniziare.

Diasorin

L’azienda piemontese non dorme sugli allori. Tanto da decidere l’estensione dell’attuale joint venture con FuYuan al governo del distretto di Baoshan (Shanghai), con il preciso intento di investire per l’apertura del primo sito di produzione e ricerca del Gruppo in territorio cinese, posizionato a Shanghai. E’ stato proprio il gruppo a spiegare come la partnership strategica con FuYuan e Shanghai Baoshan District consentirà un ulteriore miglioramento del posizionamento in Cina.

Da un lato Diasorin potrà configurarsi alla stregua di produttore locale di test diagnostici di alta qualità, dall’altro avrà l’opportunità di accedere a segmenti di mercato solitamente riservati alle aziende manifatturiere locali. In particolare, il nuovo sito industriale di Shangai sarà chiamato a produrre test innovativi nel campo dell’oncologia e dei disturbi metabolici, tra i quali quelli relativi alla diagnosi dell’ipertensione.

Fineco

Ancora un buy da Goldman Sachs, quello spettante a Fineco. L’azienda è tra i big tricolori della consulenza finanziaria e insieme a banca Generali è considerata quella con il maggior potenziale di apprezzamento a Piazza Affari. Come dimostrano i dati relativi al primo semestre, in forte crescita, e i risultati di luglio e agosto, in cui Fineco ha nuovamente raggiunto la più alta crescita relativa del patrimonio gestito. Ovvero un aumento annualizzato dell’11% circa, per un valore totale di 730 milioni di euro.

Gli stessi analisti della banca d’affari hanno poi affermato di attendersi nel periodo dal 2020 al 2022 la più alta crescita del patrimonio in gestione nel settore. Il target price è stato quindi fissato a 14,80, con un margine di crescita al 22%.

Recordati

Infine Recordati, che ha appena firmato un accordo esclusivo con ARS Pharmaceuticals, società farmaceutica privata statunitense, per la commercializzazione nell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Regno Unito, Russia/CIS, Turchia, Medio Oriente a i paesi africani francofoni, di ARS-1, uno spray nasale a base di epinefrina.

Il prodotto è in fase avanzata di sviluppo e le condizioni dell’accordo sono state giudicate positive, anche se l’impatto dell’accordo dovrebbero essere abbastanza limitate, nell’ordine di un 3% nel fatturato del 2021. Gli analisti di Equita hanno comunque deciso di confermare la raccomandazione Buy, con target a quota 53 euro.

Consigli per gli acquisti

Il ritorno di fiamma del Covid sembra aprire un nuovo periodo di incertezza economica, anche se per ora le chiusure decise dai governi sono di carattere limitato. La situazione delle piazze finanziarie globali tende a riflettere questa incertezza, rendendo di conseguenza abbastanza complicato riuscire a individuare titoli in grado di dare sufficienti certezze.

Tra quelli che sono in grado di riuscirci occorre senz’altro ricordare i bancari. Soprattutto in considerazione della volontà di Credit Agricole di fare spesa in Italia tra aziende di piccole e medie dimensioni, a partire da Banco Bpm e CreVal. Il risiko bancario in atto sembra in effetti in grado di sospingere alcuni dei titoli più chiacchierati e degli attori più interessati, incluso Unicredit, obbligata a cercare di rispondere alle mosse di Intesa Sanpaolo.

Da evitare, in questa fase, sono invece molti dei titoli di Wall Street, a meno che non siano legati a settori come la Shut-in Economy. Le dichiarazioni di Donald Trump sulla mancata accettazione di un risultato elettorale sfavorevole hanno già iniziato a farsi sentire, in particolare sui titoli tecnologici. E potrebbero farlo ben oltre il 3 novembre, giorno delle presidenziali, in quanto verrebbe ad essere bloccata anche l’ipotesi di un nuovo bazooka fiscale teso a contrastare una situazione sanitaria di nuovo preoccupante.

Non hai trovato quello che cercavi?

» Cercalo su Amazon «

Non hai trovato quello che cercavi?

Cerca il tuo libro su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *