Manutenzione ascensori

Tutto ciò che c’è da sapere sulla manutenzione degli ascensori

Ad oggi, sono diversi gli immobili che presentano impianti di elevazione come gli ascensori; siano essi interni o esterni. Non si tratta soltanto di edifici aziendali, ma soprattutto di condomini e case private. Gli ascensori rappresentano una delle caratteristiche peculiari degli immobili, soprattutto quando essi sono interessati da un particolare afflusso di persone e si sviluppano in altezza. A prescindere dalla loro diffusione, essi continuano a contribuire ampiamente nell’incremento dell’interesse e del valore economico degli stabili in cui sono installati.

Installare un ascensore rappresenta un investimento da effettuare in maniera particolarmente ponderata. Le spese che interessano gli impianti di elevazione, infatti, non riguardano soltanto il montaggio in sé, ma anche le procedure di manutenzione ordinaria e straordinaria a cui essi sono soggetti. Generalmente, la cura dell’ascensore riguarda tutte le opere che riguardano la sua messa in opera in maniera adeguata. Non si tratta, dunque, soltanto di assistenza semplice o di interventi di riparazione su richiesta; spesso sono le stesse aziende a fornire i programmi di verifica utili per assicurarsi il funzionamento corretto della soluzione installata.

Data la loro importanza, quando si installa un ascensore è fondamentale rivolgersi ad un’azienda esperta, così come quando occorre effettuarne la manutenzione. Ad esempio, 100 Ascensori propone a Ferrare e provincia un servizio di manutenzione di ascensori sia per case singole che per condomini. Nelle prossime righe scopriremo tutto ciò che c’è da sapere sulla manutenzione degli ascensori. 

Info utili sulla manutenzione degli ascensori 

Esiste una normativa vera e propria che riguarda la cura degli impianti di elevazione. Essa interessa la frequenza minima degli interventi, prescindendo i criteri di scelta degli esperti manutentori che vanno ad agire sugli impianti. Ci sono decreti in grado di stabilire tutte le regole di sicurezza riguardo gli ascensori, siano essi elettrici o idraulici. Inoltre, le regolamentazioni vigenti citano i requisiti obbligatori che interessano gli impianti installati e quelli collaudati. Comunque sia, le direttive legislative definiscono due tipi diversi di manutenzione degli ascensori.

Il primo viene definito manutenzione preventiva e riguarda tutte le opere che vengono messe in atto in maniera anticipata, in funzione delle esigenze dell’impianto. Di solito, la manutenzione preventiva consiste nei processi di pulizia e di lubrificazione dei componenti dell’ascensore. Parliamo di serrature, funi e porte dei piani e, ovviamente, alla successiva verifica dell’efficienza di ognuno di essi. 

Al di là di questo, esistono, occupando la seconda tipologia di interventi di manutenzione, quelli periodici. Questi volgono alla verifica dell’integrità complessiva dell’ascensore. Nella manutenzione periodica, il tecnico abilitato si occupa di verificare tutti i dispositivi e le dotazioni di sicurezza che presenta l’impianto, assicurandosi che l’impianto funzioni correttamente e, quando necessario, segnalando i vari interventi utili per mettere in sicurezza la macchina. Questi interventi si svolgono a cadenza semestrale. 

Quando bisogna fare manutenzione all’ascensore? 

Secondo la normativa vigente, la manutenzione periodica deve essere effettuata, come detto, una volta ogni sei mesi, essendo fondamentale per la messa in sicurezza dell’impianto di elevazione. La frequenza effettiva con cui occorre effettuarla, poi, potrebbe aumentare in funzione delle condizioni dell’ascensore e delle sue caratteristiche tecniche. 

Pensiamo, in questo caso, all’usura dei componenti e al numero di corse che l’impianto compie giornalmente dal momento dell’installazione. Tutto questo può influire sulle pratiche di manutenzione ordinaria. La manutenzione preventiva, invece, non è regolamentata dalla legge in termini temporali, cambiando in funzione del singolo caso

In media, comunque, si vanno ad effettuare tra le due e le dodici opere d’intervento l’anno, incluse quelle obbligatorie per legge. L’azienda installatrice, poi, si occupa di fornire tutte le informazioni utili alla cura dell’ascensore, effettuandola anche in funzione delle esigenze del proprietario.

Non hai trovato quello che cercavi?

» Cercalo su Amazon «

Non hai trovato quello che cercavi?

Cerca il tuo libro su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *